Sbilanciamoci con il Verde 2011

ladispoli 01“Sbilanciamoci con il Verde” il bilancio partecipato si tinge di verde.

Ladispoli ottobre 2010-aprile 2011.

L’avvio di una riflessione sulle aree verdi di proprietà comunale punta a riscoprire il verde come luogo di aggregazione e socialità; dove sperimentare nuove forme di condivisione di spazi e valori portatrici di comunità e di nuovo senso comune.

“Sbilanciamoci col verde” viene immaginato come un dispositivo per facilitare forme di cittadinanza attiva ed accogliere quelle già presenti, numerose, sul territorio. In forma di associazioni, comitati, cooperative, per avviare un percorso comune di riappropriazione della funzione sociale delle aree verdi-

Il percorso si è articolato in incontri, laboratori, passeggiate durante i quali si è lavorato nello specifico, sulla progettazione partecipata di tre aree individuate sul territorio comunale. Contemporaneamente, sempre all’interno del processo di Bilancio Partecipato, attraverso il Bando di Idee “Il verde in Comune” sono state raccolte idee e proposte dei cittadini per adottare aree verdi attraverso la cura e la manutenzione in forma volontaria.

1° assemblea di presentazione: confronto con l’amministrazione comunale su alcuni aspetti di manutenzione e gestione delle aree verdi nonché sulle voci del bilancio comunale e di condividere con gli altri partecipanti le proprie aspettative per l’edizione del Bilancio Partecipato 2011.

2° Il secondo incontro è stato l’occasione per confrontarsi tra cittadini sull’idea di città: l’esercizio di “visioning” proposto ai partecipanti ha permesso la costruzione di una mappa della “Ladispoli che vorremmo nel 2030”.

ladispoli 023° la passeggiata del 19 febbraio che si è offerta come esperienza comune per confrontarsi con le dimensioni reali della città. Il percorso ha previsto soste in alcune aree verdi durante le quali sono state raccolte riflessioni dei partecipanti in merito alla percezione di quei luoghi individuandone insieme punti di forza e debolezza. Durante la passeggiata sono state condivise inoltre le risposte dei questionari distribuiti nelle scuole nei mesi precedenti dall’associazione

4° assemblea: sono stati invitati architetti a presentare progetti commissionati dall’amministrazione comunale che interessano alcune aree verdi di Ladispoli; questo ha permesso ai cittadini di confrontarsi direttamente con i tecnici e con gli esponenti dell’amministrazione che erano presenti, esprimendo posizioni, dubbi, riflessioni sulle progettualità presentate.

Presentazione di buone pratiche vicine e lontane.

Questi primi incontri hanno permesso ai partecipanti di creare un “bagaglio” di riflessioni comuni, di suggestioni, di impressioni e di informazioni anche tecniche utili a costruire una sorta di “cassetta degli attrezzi” da utilizzare nella fase di progettazione vera e propria delle due aree.

5°-6° e 7° incontro: i laboratori di progettazione hanno visto i cittadini confrontarsi con reali scelte progettuali quali ad esempio decidere chi deve gestire un’area verde, come attrezzarla, come garantirne accessibilità, cosa può rendere un’area più fruibile di un’altra ecc. Attraversare, riflettere, progettare le aree verdi come cittadini ed a partire dai cittadini, passando dalle mappe al territorio, dallo stato attuale ad una possibile trasformazione futura di questi spazi si è rivelato essere una chiave di accesso per riflessioni più ampie su un progetto di città e di territorio in cui le aree verdi si configurano come nodi vitali. La necessità di rimettere al centro temi quali la socialità, la convivenza ed il pensare queste aree come spazi “comuni” in cui sperimentare pratiche di gestione partecipata, sono alcuni dei punti emersi con forza nei diversi incontri.

 

Risultati del processo

ladispoli 03Progettazione partecipata Il progetto emerso dai laboratori (area di circa 10.000mq al centro della città) verrà inserito nel programma triennale delle opere pubbliche . Il progetto prevede una grossa aula didattica all’aperto con percorsi sull’acqua, percorsi sensoriali ed artistici, aree gioco bimbi e aree sosta pic-nic, un frutteto sociale, uno stagno ed un orto didattici; sull’area verrà realizzato un edificio bioclimatico come centro per l’educazione ambientale di circa 90mq completamente realizzato con materiali naturali e riciclabili (legno, vetro, balle di paglia e terra cruda).

Il Bando di Idee “Il verde in Comune”. Delle proposte presentate, nel breve periodo di tre mesi, vedranno l’avvio della presa in cura da parte della cittadinanza tre aree: un piccolo giardinetto che verrà trasformato in ORTO BOTANICO da un gruppo di residenti della zona; un progetto per un GIARDINO “SENSORIALE” dedicato in particolare ai malati di alzhaimer ; all’interno del’area di progetto sorgerà un piccolo giardino dove i ragazzi ed i bambini autistici potranno giocare in sicurezza.

Info e materiale su: sbilanciamocicolverde.blogspot.com

Tags:, , , ,

I commenti sono disabilitati