Bilancio di una stagione di partecipazione

Nella Regione Lazio, in questi ultimi anni, le esperienze di Bilancio Partecipato, si sono andate moltiplicando, grazie ai finanziamenti messi a disposizione dalla Regione a favore dei Comuni Lazio.

In questo contesto di crisi della Democrazia Rappresentativa e in questo particolare momento politico, riteniamo necessario e fondamentale, un momento di valutazione e verifica, che possa analizzare da una parte l’effetto che ha generato sui vari territori, e dall’altra, la percezione che i cittadini hanno avuto rispetto a questa nuova metodologia di democrazia partecipativa, sia sullo svolgimento dei processi in corso, che sulle modalità della loro partecipazione, come attori protagonisti o semplici osservatori.

 

Tra i vari metodi di valutazione abbiamo individuato “il Teatro Forum*”, ritenendo questo strumento il più adatto e coerente con il contesto locale perché la metodologia utilizzata tiene conto sia dell’osservazione diretta del processo sia del punto di vista del cittadino, rendendolo nello stesso tempo “protagonista e attore”.

Obiettivi del progetto

  • Verificare se la sperimentazione del Bilancio Partecipativo sui territori abbia portato a reali modifiche nella macchina istituzionale e nel rapporto con i cittadini, in termini di fiducia e collaborazione;
  • Verificare se le esperienze nate nei territori siano state in grado di creare processi di empowerment tra le fasce più deboli ed emarginate;
  • Sperimentare, attraverso l’applicazione del Teatro dell’Oppresso, nuovi strumenti di coinvolgimento della popolazione;
  • Raccogliere dai cittadini, attraverso questa metodologia, le problematiche riscontrate durante i processi;
  • Raccogliere dai cittadini le possibili soluzioni da suggerire ai soggetti istituzionali e agli altri partecipanti;
  • Fornire gli strumenti per diventare “osservatori privilegiati sui territori” attraverso un nuovo sguardo che il “Teatro Forum”, con la sua veste corporea, può dare;
  • Dimostrare che si può divenire protagonisti del cambiamento attraverso l’azione teatrale, così come si può essere protagonisti del cambiamento nella propria vita;
  • Offrire ai cittadini un luogo ed un momento di scambio e di confronto reciproco;
  • Fornire ai cittadini uno strumento di gestione del conflitto, come mezzo per risolvere (o provare a risolvere), quelle questioni rimaste in sospeso e quelle situazioni di conflitto scaturite durante il processo e difficilmente affrontate durante lo stesso.

Tags:, ,

I commenti sono disabilitati